& More... Mixed Media

Set Gorjuss – The Hatten

11/10/2017

Buongiornoooo a tuttiiiii :-))))
è da un po’ di tempo che guardo agende/midori fatte a mano.
Ne ho guardate tantissime anche da acquistare, ma nessuna era come la volevo!!! :-))))
Così alcuni giorni fa, mi sono fatta mettere da parte dalla Magnolia la stone paper della Stamperia.
Questa carta è morbidissima al tatto, ed è la prima caratteristica che cerco in una agenda,
leggera e modellabile, altra grande caratteristica, perché avendola in borsa
non deve rimanere “impalata”!!! ahahahah :-)))))
:-)))) e ultima caratteristica che cercavo è lo “spatascio folle” senza pietà!!!!
Ebbene si questa carta si colora con qualsiasi cosa,
acrilici, spray, si può utilizzare con varie paste e….
rimane sempre splendida al tatto!!!! :-))))) me ne sono innamorata!!!!
Così ho deciso che la stone paper è proprio il materiale ideale per il mio Set Gorjuss – The Hatter.

Questo è il Set Gorjuss – The Hatter, vi piace? Avete capito da cosa è composto??? :-)))

:-)))) vediamo come l’ho realizzato.

Per questo progetto ho utilizzato 1 fioglio di stone paper 29,7 x 42 cm,
la label del set di timbri “Perrrrrfect Love”, il timbro “The Hatter” per ritocchi, gel medium,
il timbro WTKCC136 che rappresenta la texture che vedete in foto,
una coppia di bottoni a pressione, un cordino elastico scelto volutamente blu scuro,
distress ink black soot, antique linen e vintage photo, collezione carta Santoro GOR160109.
Photo fuse per le taschine interne, foderina trasparente, embosser,
washi tape di colore nero opaco, timbro con del testo, envelope punch board,
taglierina, cutter, scotch carta, forbici, stonda angoli, perforatore piccolo e medio.
tampone bianco e archival ink nero, blocco acrilico.
Beh iniziamo no??? :-))))

Dal foglio di stone paper ho ricavato tutti i pezzi che mi servono,
– il primo pezzo 29,7 x 21,5 cm,
– dalla restante metà ho ricavato un pezzo 17x 21,5,
– un altro 11,5 x 7,5 cm
– ed infine, un quadrato 6×6 cm.

Dalla collezione di carta ho lavorato il foglio con la gorjuss – The Hatter,
bagnandomi un paio di dita con dell’acqua e piano piano ho assottigliato la carta
in modo da renderla sottile e più modellabile, con l’embosser l’ho asciugata e incollata sulla stone paper.
Con la stessa tecnica ho ricoperto tutti e 4 i pezzi di stone paper.

Ho ripetuto la stessa operazione anche per l’altro lato della stone paper
con una carta tinta unita rossa, sempre della stessa collezione.
Una volta asciugato il tutto con la taglierina ho rifilato i bordi.

Ripetiamo la stessa operazione anche sugli altri pezzi

Con un timbro con del testo ho timbrato qua e la.
Con i distress antique linen, vintage photo e black soot
ho distressato e preparato la carta come mi ha insegnato Elisa Favari
al suo corso sui distress. :-)))) non ve lo svelo perché lei vi aspetta per insegnarvelo!!!! ahahaah
Con del washi tape nero ho realizzato dei rettangoli.

Ho ripetuto la stessa operazione anche sulla stone paper più grande,
mentre sui più piccoli ho solo aggiunto qualche pezzettino di washi tape.

Dopo aver ritagliato le due label, ho stondato gli angoli dei pezzi più piccoli.

Con l’envelope punch board ho ricavato due insenature, come in foto.

:-))) ho distressato i tagli appena fatti per non far vedere il bianco della carta.

:-))) ho scelto l’elastico blu scuro volutamente
perché passando il distress black soot sopra è venuto un effetto
ancora più scura ma non uniforme che mi piace un sacco.

Ora con riga e penna posso prendere le misure per realizzare i fori in cui far passare l’elastico.

:-))) ed ora rendiamola un Traveler’s Notebook!!! Era facile capirlo vero???
:-)))) ora vediamo se capite l’altra….

Sempre con il mio perforatore ho realizzato i bichi alle label ed ai due pezzi più piccoli.

:-))) ed ecco anche a cosa servono i pezzi di stone paper piccoli.
Ho realizzato due portachiavi, ma non per le chiavi di casa,
ma in uno ho avvolto il filo per caricare il cellulare e nel secondo gli auricolari.
:-)))) ed anche questi erano facili da indovinare, vero????

Con il Fuse ho realizzato delle taschine…
Che ci metterò dentro???? :-))))

:-)))) quindi il Traveler’s che vi manca sarà un porta tessere???
Aiutandomi con un pezzettino di cartone ho forato la foderina,
ma solamente il primo foglio in modo da creare 3 tasche a 6 cm di distanza tra loro.
Con il fuse ho chiuso la base ed il porta tessere è pronto.

:-)))) questo è il mio Traveler’s notebook con gli inserti.
Ce ne sono stati comodi 5, ma c’è spazio per inserirne un sesto
e decorarli tutti :-)))) e farli diventare altissimiiiiiii!!!! aahahahaahah
Ma avete capito cosa è il mio Traveler’s più piccolo???? :-))))

;.))))) capitoooo siiii o capito nooo???

:-)))) okkkkk ve lo svelooo!!!
E’ la mia nuova cover per il cellulareeeeeee :-))))
E l’inserto per le tessere verrà utilizzato per inserire il badge del lavoro,
a tessera della metropolitana, il bancomat e la tessera dei ticket.
:-)))) in modo da andare in pausa pranzo lasciando la borsa in ufficio!!!!
Vi piace l’idea???? :-)))) ovviamente il cellulare non  c’è ancora….
perché altrimenti come vi facevo queste foto??? aahahahahahha :-)))

 

Ora vi saluto che sono stata lunghissima :-)))))

Un mega abbraccioooooo :-))))

troppostella_firma_post

*—*—*—*—*—*—*—*—*—*—*—*—*—*
Questi i materiali utilizzati che trovate nello shop Magnolia:
STONE Paper A4
Timbri “Perrrrrfect Love”
Gorjuss stamps “La Romantica”
Stamperia Mix Media Glue 150ml
Timbri Stamperia 7x11Effetto muro
Bottoni a pressione
Cordino elastico blu
Distress ink black soot
Distress ink antique linen
Distress ink vintage photo
Gorjuss Paper Pack 8 x 8″ “The Hatter”
Photo fuse
Foglio per raccoglitore
Embosser
Washi tape nero opaco
Timbro con del testo
1 2 3 Envelope punch board
Taglierina Tonic
Cutter
Scotch carta
Forbici Stamperia
Stonda angoli
Perforatore piccolo e medio.
Tampone Color Box Mini “White”
Archival ink “Jet Black” PAD GRANDE
Blocco acrilico

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *